La nuova campagna di comunicazione internazionale 2016 di CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down), realizzata in collaborazione con Saatchi & Saatchi New York, è dedicata al tema dell’inclusione, perché sono ancora troppi i luoghi comuni e i pregiudizi da superare.

Il breve film “How Do You See Me?” è diretto da Reed Morano con la partecipazione della star americana Olivia Wilde, ha per protagonista  AnnaRose, una giovane ragazza con sindrome di Down che racconta la sua vita. Una vita ricca di esperienze, significati, affetti ma anche difficoltà, rappresentata sullo schermo dalla Wilde.

Nel video AnnaRose mostra come vede se stessa (“Una persona come tutte le altre, con una vita importante, significativa, bellissima”) e conclude rivolgendo agli spettatori la stessa domanda: “Voi come mi vedete?”. “La ragazza non rifiuta la sua condizione né desidera essere qualcun altro – sottolineano da CoorDown – La presenza della star americana è un espediente narrativo: il messaggio è soprattutto sullo sguardo degli altri e sui pregiudizi e le aspettative stereotipate della società”

Il numero di persone con sindrome di Down che possono raggiungere un buon livello di autonomia personale è altissimo ed è ora che che la loro disabilità venga letta attraverso il rispetto della diversità e le logiche dell’inclusione, ovvero attraverso il riconoscimento e la costruzione di legami che riconoscono la specificità e la differenza di identità.

Il messaggio di CoorDown ci suggerisce di cambiare sguardo e di guardare le persone con sindrome di Down nel modo in cui loro vedono se stesse, per superare ogni pregiudizio.