Due news che insieme fanno molto riflettere sul futuro dell’informazione e della comunicazione.

SI NAVIGA (E SI GUARDA) SOPRATTUTTO DAL MOBILE

L’audience di internet da device mobili è rappresentata da 17,2 milioni di utenti nel mese (utenti unici tra i 18 e i 74 anni che accedono a internet da smartphone e tablet), con una media di 37 ore di tempo speso per persona. Nel giorno medio gli utenti mobile sono stati 14,8 milioni. In base ai dati socio-demografici, nel giorno medio risultano online 11,3 milioni di uomini (il 41,8% degli uomini dai 2 anni in su) e 9,3 milioni di donne (il 34,3% delle donne dai 2 anni in su).

E SI FA AFFIDAMENTO PIU’ SULLE INFO ON LINE

Gli italiani si fidano dell’informazione in Rete più di quella su carta e tv. A sorpresa non sono i giovani a dare maggior credito all’online ma adulti, moderati e ceto medio-alto. Più della metà degli italiani (58,2%) sono convinti che la rete sia una fonte di informazione credibile e attendibile. L’Italia si colloca in cima (sesto posto) alla classifica europea di chi esprime fiducia nei confronti della rete, addirittura prima tra i grandi paesi (analisi Eurobarometro 82.3).