La prima al Liceo Artistico Nanni Valentini in Villa Reale a Monza. Il luogo della realtà aumentata applicata ai beni culturali di Accademia+. Protagionisti: 45 ragazzi di due classi quarte; due prof e un dirigente che guardano avanti; Sap e Cisco che raccontano il Big Data e IOE, l’internert di tutte le cose.20160204_093903 Si prosegue tutti i mercoledì per 10 mercoledì in un crescendo di data science, streaming video, produzione 3D, aumento, e così via. 45 possibili jedi che orinteremo alle applicazioni della realtà aumentata per sensibilizzarli al lavoro e all’impresa innovativa. Ma soprattutto, a cui racconteremo dell’esistenza dei nuovi mondi. Perché la maggior parte di questi ragazzi – che hanno il digitale sotto la pelle -non sanno da dove arriva la conoscenza (oltre a non sapere chi erano i Beatles). Questione di memoria che non possono avere e di programmi scolastici che non possono cambiare. Giusto studiare la guerra e tanto (tutte, anche quelle puniche) nel corso dei vari anni. Sbagliato che questi nuovi mondi che stiamo vivendo ormai (solo) da anni, sia totalmente escluso dall’attività stabile e dai programmi ministeriali. I ragazzi a 12 anni sanno come si lavora il legno ma non hanno idea di cosa sia il Big Data. Che non è roba da smanettoni, come sappiamo, ma linguaggio corrente ovunque e per chiunque voglia avere un futuro nel lavoro o nell’impresa.