Barilla lancia nel 2016 una nuova campagna digitale internazionale dedicata ai temi della sostenibilità, con il primo video che tratta di questi argomenti.

La campagna realizzata da Cernuto Pizzigoni & Partners crea un parallelo tra le esigenze di salute e benessere di ogni persona e quelle del nostro pianeta. Esigenze che trovano una risposta comune nelle scelte dell’azienda e nei prodotti .

Barilla che ha presentato nei giorni scorsi il rapporto di Sostenibilità ‘Buono per te e buono per il pianeta’dichiara attraverso il suo Vice Presidente:“Vogliamo crescere seguendo due vie: ‘buono per te’ significa promuovere abitudini alimentari sane per migliorare la qualità dei prodotti e ‘buono per il pianeta’ significa una costante attenzione all’impatto ambientale, migliorando processi di coltivazione, produzione e distribuzione”. Dal 2010 ad oggi, Barilla ha riformulato 219 prodotti. Solo negli ultimi 3 anni il Gruppo ha ridotto i grassi totali e i grassi saturi in 73 prodotti e il sale in 15 prodotti. I nuovi prodotti sono stati lanciati con meno zucchero rispetto alla media del settore e più fibra.

In generale è stata triplicata – dal 6% al 18% – la quota di materie prime strategiche acquistate da filiere gestite responsabilmente: l’obiettivo è raggiungere il 100% entro il 2020. Nel 2015 Barilla ha acquistato 140.000 tonnellate di grano duro sostenibile (+50% rispetto al 2014) da 1.300 aziende agricole.  L’azienda ha registrato inoltre la riduzione del -19% dei consumi idrici e del -23% delle emissioni di gas serra, per ogni tonnellata di prodotto, anche grazie all’innovativo progetto del “Treno del Grano”, il raccordo ferroviario per il trasporto del grano duro fino al più grande stabilimento di pasta al mondo presso la sede Barilla a Parma.