Tutti i giorni la notizia di un massacro per mano dei terroristi islamici.

Non è un bollettino di guerra è un agghiacciante ‘passaparola’.

Prime pagine che alimentano lo spirito di emulazione e l’orgoglio dell’appartenenza a sette votate alla follia omicida.

Dobbiamo prendere le misure. La stampa deve prendere le misure e orchestrare una strategia mediatica di contenimento e controllo.